Commenti Viaggi - Home page
Viaggi
repo 22 Set 2010 13:30
ora di religione
"Ad esempio: Valeria Dal Monte" ha scritto:

> la scuola o lo prende in carico o non lo prende in carico.

Non è un pacco postale, che si prende in carico, la scuola gli fa fare
quello che i genitori scelgono fra insegnamento della religione cattolica e
insegnamento alternativo all'insegnamento della religione cattolica.

> Quindi la soluzione quando riesco lo vado a prendere è inapplicabile
> (ridicola)

Ti ricordo che non stiamo parlando di scuola dell'obbligo, quindi non ci
sono obblighi di frequenza e un genitore, se non gli è vietato per altri
motivi, può prendere e riportare il bambino, se questo non crea problemi
all'organizzazione del lavoro degli insegnanti (e in questo caso non li
crea, visto che non interrompe nessuna attività).


> e se l'alternativa all'ora di religione è questa non vedo come un giudice
> la possa ritenere una scelta valida anzi personalmente mi creerebbe dei
> dubbi sull'effettivo interesse del padre nei confronti del figlio.

Spero che i giudici siano un pochino più lungimiranti di te nel comprendere
i comportamenti delle persone.


> Le scuole che conosco hanno un'insegnante di sostegno che sta con i
> bambini che non fanno religione

No, probabilmente gli insegnanti di sostegno li hai avuti tu, almeno così si
direbbe da come ragioni e dalla proprietà di linguaggio con cui ti esprimi.
Gli insegnanti che tengono le lezioni alternative all'insegnamento della
religione cattolica sono in genere gli stessi insegnanti della classe, che
quando entra l'insegnante di religione nominato dalla curia vanno in
un'altra aula con chi ha deciso di non segure quell'insegnamento.

> però ha senso farlo uscire dalla classe e farlo stare "da solo" invece che
> con i suoi amici/compagni?

IMHO si, ne ha moltissimo, molto di più che lasciarlo in un posto dove gli
spiegheranno che chi concepisce figli al di fuori del matrimonio, come hanno
fatto i suoi genitori, brucerà nelle eterne fiamme dell'inferno.

> spera la motivazione sia qualcosa in più del "sua madre quando l'ha avuto
> manco eravamo sposati" :)

Ti punge vaghezza che al mondo possa esistere anche gente che non crede in
?
Ti riesce di immaginare che fra questi ci siano anche persone che hanno una
certa coerenza, e magari anche una forma di rispetto per la religione, che
fa in modo che preferiscano non fare una cosa in cui non credono, piuttosto
che far finta di crederci.
Ti viene mai da pensare che la coerenza è un valore che bisognerebbe
trasmettere ai figli non solo a parole ma anche con i fatti?

Repo



Visualizza thread originale